Spersa, versione originale, opera digitale, parte di una serie di quattro. Estemporanee di Adriana Anselmo.

Raramente mi affeziono ad una mia opera, quasi sempre il tempo di crearla già sono oltre. Questa una piacevole eccezione.
Come dico spesso l’arte digitale è viva, cambia a seconda dello schermo, della dimensione, del supporto, è ricerca costante, è un viaggio senza mai un punto di arrivo.

Opera digitale impermanente. Serie di quattro immagini, uguali e diverse.
(#bf – ed. 2020)